Risoluzione dei problemi di implementazione dei cookie proprietari sul sito web

L'abilitazione dei cookie proprietari nel tuo script di monitoraggio ti consente di tenere traccia dei tuoi utenti in modo più accurato. Quando i cookie proprietari sono abilitati, essi vengono creati sul tuo sito web anziché su Brevo o su server di terze parti.

Perché utilizzare i cookie proprietari invece di quelli di terze parti?

Sempre più aziende importanti, come Google, smetteranno presto di utilizzare i cookie di terze parti e molti browser, come Safari o Firefox, li bloccano già. Ciò ha lo scopo di proteggere gli utenti che richiedono maggiore privacy e maggiore controllo su come vengono utilizzati i propri dati.

In effetti, un cookie di terze parti è un codice che tiene traccia delle informazioni sulla cronologia di navigazione di un visitatore su più siti web. Viene generato da un sito web diverso dal tuo e invia le informazioni tracciate alla terza parte che ha creato il cookie, che spesso è un inserzionista.

Al contrario, un cookie proprietario è un codice generato per impostazione predefinita dal computer di un visitatore quando visita il tuo sito web. Spesso, viene utilizzato per migliorare l'esperienza dell'utente, in quanto può memorizzare le password, i dati di base dei visitatori e altre preferenze. Ti consente di monitorare le analisi di base, ad esempio le azioni dei visitatori sul tuo sito web o la frequenza con cui lo visitano. Tuttavia, non ti permette di visualizzare i dati relativi al comportamento dei tuoi visitatori su altri siti web con cui non sei affiliato.

Come funziona?

L'abilitazione dei cookie proprietari aggiunge il seguente parametro agli URL di reindirizzamento al tuo sito web:

  • Per le email di marketing: _sc
  • Per le email transazionali: _se

In rari casi, ciò potrebbe causare problemi con il caricamento di una pagina sul tuo sito web, se l'applicazione o il server web non gestisce parametri sconosciuti.

➡️ Esempio
  • URL originale: www.brevo.com
  • URL modificato:
    • Per le email di marketing: brevo.com?_sc=test_string
    • Per le email transazionali: brevo.com?_se=test_string

Come risolvere potenziali problemi

Esamina le opzioni seguenti per risolvere i problemi comuni che si verificano durante l'implementazione dei cookie proprietari sul tuo sito web.

Pagina non trovata

➡️ Esempio
brevo.com si apre correttamente, ma brevo.com?_sc=test_string o brevo.com?_se=test_string mostrano l'errore 404

Se la tua pagina non viene visualizzata quando si clicca sull'URL, potrebbe essere necessario confermare il modo in cui il tuo server web controlla i parametri. 

  1. Se il server web prevede un set di parametri noto, aggiungi il seguente parametro:
    • Per le email di marketing: _sc
    • Per le email transazionali: _se
  2. Se il server web valuta i parametri di query per individuare una risorsa, il server deve ignorare la valutazione del parametro. Configura le impostazioni del tuo server per consentire i seguenti parametri:
    • Per le email di marketing: _sc
    • Per le email transazionali: _se

Parametro _se mancante nell'URL

➡️ Esempio
brevo.com?_sc=test_string o brevo.com?_se=test_string verranno cambiati solo in brevo.com

Quando l'impostazione dei cookie proprietari è abilitata, se nell'URL della tua pagina manca il parametro "_sc" o "_se", puoi verificare se qualche script JavaScript sulla tua pagina sta ripulendo l'URL o se è presente uno stato dell'applicazione ritardato in cui il parametro "_sc" o "_se" viene riaggiunto in un secondo momento. Questo succede spesso con le applicazioni web a pagina singola.

La tua applicazione "pulisce" l'URL

➡️ Esempio
brevo.com?_sc=test_string o brevo.com?_se=test_string verranno cambiati solo in brevo.com

Un'applicazione può essere configurata per leggere i parametri di query per determinare gli stati in un'esperienza a pagina singola o a più pagine. Può pulire il proprio URL per rappresentare correttamente lo stato in cui si trova. 

  1. Il framework del tuo sito web dovrebbe aggiungere "_sc" o "_se" come eccezione e/o tralasciare l'esecuzione di qualsiasi azione su di esso. Assicurati che il parametro rimanga nell'URL finché lo script di monitoraggio non ha terminato il proprio lavoro.
  2. Se il tuo sito web elimina i valori sconosciuti dalla barra degli indirizzi, assicurati che le chiamate dello script di monitoraggio di Brevo avvengano il prima possibile, idealmente prima di caricare qualsiasi libreria. Per accelerare l'esecuzione delle chiamate dello script di monitoraggio, ti consigliamo di inserire lo script di monitoraggio di Brevo il più in alto possibile nell'intestazione del sito web.

🤔 Domande?

In caso di domande, non esitare a contattare il team dell’assistenza creando un ticket dal tuo account. Se ancora non hai un account, puoi contattarci qui.

Se stai cercando aiuto per un progetto che prevede l'utilizzo di Brevo, possiamo metterti in contatto con il giusto partner esperto certificato Brevo.

💬 Questo articolo ti è stato utile?

Utenti che ritengono sia utile: 2 su 6