Ottimizzazione e pulizia della lista di contatti per migliorare il tasso di recapito delle email

Nel corso del tempo, i contatti che si sono iscritti alla tua mailing list possono perdere interesse per i tuoi contenuti o cambiare il loro indirizzo email. Potresti anche avere contatti che si iscrivono utilizzando indirizzi email contenenti errori di battitura o che non esistono affatto.

Identificando questi contatti e bloccandoli regolarmente, avrai maggiori possibilità di far arrivare le tue email ai contatti effettivamente interessati ai tuoi contenuti, riducendo al contempo i costi. 

Perché dovrei pulire la mia lista di contatti?

Mantenere pulita una lista di contatti è indispensabile per ottimizzare la strategia di email marketing e presenta diversi vantaggi, come ad esempio:

  • Tassi di coinvolgimento più elevati. Eliminare i contatti non interessati dalla tua lista significa inviare email a contatti che saranno più inclini ad aprire le tue campagne e a cliccare su un pulsante di invito all'azione. I contatti coinvolti sono quelli che contano di più e che avranno un impatto positivo sul tuo tasso di recapito e sulla reputazione del mittente.
  • Maggiori possibilità di raggiungere la casella di posta. Migliore è la tua reputazione di mittente, maggiori sono le probabilità che le tue email raggiungano la casella di posta dei destinatari. L'invio di email ai contatti interessati ridurrà molto il rischio di finire nella cartella dello spam dei destinatari.
  • Riduzione dei costi di invio. Se pulisci la mailing list, invierai un numero inferiore di email e queste raggiungeranno contatti interessati. 

Segnali della necessità di pulire la mailing list

Ti consigliamo di pulire la tua mailing list almeno una volta all'anno. Tuttavia, quando valuti con quale frequenza pulire le tue liste, le metriche delle email sono anche un buon indicatore per sapere che è il momento di pulire la tua mailing list. Per vedere come sono andate le tue campagne email, puoi controllare le metriche disponibili nei report delle campagne.

Ecco alcuni segnali che indicano la necessità di pulire la mailing list:

  • Riduzione del tasso di coinvolgimento, indicato da percentuali più basse di aperture e di clic.
  • Aumento delle percentuali di bounce hard e soft.
    💡 Buono a sapersi
    I soft bounce sono errori temporanei, il che significa che il contatto può essere valido anche se il suo indirizzo email ha generato un soft bounce (ad es. la loro casella di posta è piena al momento, ma, se la puliscono, potranno nuovamente ricevere email. Tuttavia, un soft bounce può anche significare che la tua reputazione di mittente è negativa o che il contenuto dell'email è stato considerato spam. Per visualizzare il motivo del mancato recapito dell'email, consulta la nostra sezione dedicata Dove posso vedere i motivi per cui la mia email ha generato un bounce? nell'articolo Che cos'è un bounce (soft bounce/hard bounce)?.
  • Aumento delle disiscrizioni e dei reclami per spam.

Devi inoltre considerare il numero di nuovi contatti che vengono aggiunti alla tua lista ogni trimestre: se è alto, potresti voler controllare le tue liste più spesso.

Identificazione dei contatti non interessati e non validi

Ogni lista di contatti è unica e il valore di un contatto è relativo alla tua attività. Tuttavia, diverse caratteristiche comuni possono aiutarti a identificare rapidamente i tuoi contatti in base alla loro qualità: coinvolgimento o interesse, acquisizione recente e tipo di indirizzo.

Se hai utilizzato Brevo per un certo periodo di tempo per raccogliere contatti e inviare email, i tuoi dati di utilizzo possono aiutarti a filtrare facilmente i contatti in base a queste caratteristiche, per identificare i contatti sia di bassa sia di alta qualità.

Contatti inattivi

❗️ Importante
In seguito alle modifiche apportate da Apple alla protezione della privacy di Mail, tieni presente che gli utenti di Apple Mail non saranno calcolati fra i tuoi contatti più attivi perché non è possibile sapere se hanno aperto le tue email.

Dopo un lungo periodo di inattività (e nessuna risposta alle tue email di ricoinvolgimento), è realistico ipotizzare che questi contatti abbiano cambiato indirizzo email o non siano più interessati ai tuoi contenuti.

In questo caso, ti consigliamo di bloccare proattivamente tali contatti. Certo, questo significa che stai riducendo intenzionalmente la tua mailing list, ma si tratta di lead non validi o di indirizzi email abbandonati, e non servono a niente nella tua lista. Se li lasci nella lista, nel migliore dei casi danneggeranno la tua reputazione di mittente o, nel peggiore, diventeranno delle spamtraps.

Potrebbe sembrare difficile eliminare lead che un tempo erano parsi promettenti, ma esercitarsi a ripulire le mailing list in questo modo si tradurrà in una migliore reputazione di mittente, in migliori metriche relative alle email e in tassi di recapito più elevati. 

Per trovare i contatti non interessati nella lista dei contatti:

  1. Vai a Contatti.
  2. Clicca su Add filter (Aggiungi filtro).
  3. Seleziona la condizione seguente: Contact details (dettagli del contatto) > Engagement status (Stato di coinvolgimento) > Unengaged (Inattivo).
    unengaged_contacts.jpg
💡 Buono a sapersi
I contatti non interessati sono identificati da un segmento predefinito che puoi aggiornare in base alle tue esigenze mediante l'impostazione Contatti inattivi.

Vecchi contatti

I contatti aggiunti alla tua lista da più di due anni hanno meno probabilità di interagire con le tue email. Per una tecnica di pulizia più approfondita, filtra i contatti aggiunti più di due anni fa, oppure i contatti che sono stati aggiunti più di due anni fa e che non hanno effettuato alcun acquisto.

Per trovare vecchi contatti nella lista dei contatti:

  1. Vai a Contatti.
  2. Clicca su Add filter (Aggiungi filtro).
  3. Seleziona una condizione per filtrare i vecchi contatti, ad es. Contact details (Dettagli del contatto) > Added date (Data di aggiunta) > More than (Superiore a) > 24 months (24 mesi).
    added_date.jpg
  4. Opzionale: seleziona una condizione aggiuntiva per filtrare i vecchi contatti in modo più preciso, ad esempio eCommerce > No order placed (Nessun ordine effettuato) > In the last (Negli ultimi) > 24 months (24 mesi).
    added_date_no_order.jpg

Indirizzi email generici

Indirizzi email generici come info@xyz.com, contab@, vendite@, noreply@, ecc., spesso non vengono monitorati e tipicamente sono condivisi dai team. Questo significa che essi non sono correlati a singoli individui e le email ricevute da questi mittenti avranno probabilmente tassi di coinvolgimento molto bassi.  

Per trovare i contatti con indirizzi email generici nella lista di contatti:

  1. Vai a Contatti.
  2. Nella casella di ricerca, digita una parola chiave come contatto, vendite o noreply.
    contact_email_addresses.jpg

Indirizzi email non validi

L'utilizzo di un modulo di iscrizione a doppio opt-in può aiutarti a escludere dalla tua lista gli indirizzi email non validi, ad esempio indirizzi email falsi o indirizzi email che contengono un errore di battitura. Tuttavia, la presenza di alcuni indirizzi email non validi nella lista è inevitabile, per cui dovrai provvedere tu a eliminarli.

Liste acquistate/noleggiate

Le liste acquistate o noleggiate non rispettano le disposizioni del GDPR e non sono consentite da Brevo. La maggior parte di esse contiene spamtrap e danneggia la tua consegnabilità. Nel caso di liste acquistate o noleggiate, ti consigliamo di aggiungere alla lista di blocco tutti i contatti.

Rimozione di contatti da Brevo

Dopo aver identificato contatti inattivi e non validi, ti consigliamo di bloccarli per evitare di inviare loro email.

❗️ Importante
È fortemente consigliato bloccare i contatti inattivi e non validi anziché eliminarli.

L'aggiunta alla lista di blocco di tali contatti garantisce che non possano essere reimportati accidentalmente nella tua lista e che tu non possa inviare loro delle email. Inoltre, aggiungendoli alla lista di blocco, non perderai nessuno dei loro dati (attributi, cronologia, ecc.). Per ulteriori informazioni, consulta la sezione dedicata È preferibile eliminare o aggiungere alla lista di blocco i contatti? nel nostro articolo Eliminazione dei contatti.

In base al metodo utilizzato per filtrare i contatti, ci sono due modi per bloccarli:

Rimozione dei contatti filtrati in Brevo

  1. Mentre è applicato il tuo segmento preferito, seleziona la casella nella riga in alto a sinistra della tabella e clicca su Select all contacts (Seleziona tutti i contatti) per selezionare tutti i contatti che soddisfano la condizione.
    mceclip1.png
  2. Clicca su Blocklist (Lista di blocco).

  3. Digita il numero di contatti che vuoi aggiungere alla lista di blocco.
  4. Clicca su Blocklist (Lista di blocco) per confermare.

Tutti i contatti ora sono bloccati e non riceveranno più le tue email.

Rimozione dei contatti contenuti in un file CSV

Se hai compilato una lista di contatti non validi al di fuori di Brevo, è importante caricarla nel tuo account Brevo come lista di blocco. Per informazioni su come aggiungere alla lista di blocco i contatti da un file, leggi il nostro articolo dedicato Importazione di una lista di contatti bloccati.

blocklist_import.jpg

Manutenzione delle liste di indirizzi email

Ora che ha ripulito la tua mailing list, può provare i seguenti consigli per mantenere la sua buona qualità e continuare a migliorare la tua reputazione di mittente e il tasso di recapito.

Escludi i contatti inattivi dalle tue campagne email

❗️ Importante
Se hai già bloccato i contatti inattivi, non hai bisogno di escluderli dalle tue campagne email, perché non possono più ricevere le tue email. L'esclusione di contatti inattivi dalle tue campagne email è utile se non li hai ancora bloccati.

Con Brevo, puoi facilmente migliorare le percentuali di coinvolgimento semplicemente escludendo i contatti inattivi quando invii una campagna email. Troverai questa opzione nella fase A quando selezionerai i destinatari della tua campagna email.

Per escludere i contatti inattivi dalla ricezione delle tue campagne email:

  1. Nel passaggio A della tua campagna email, clicca su Opzioni avanzate.
  2. In Filter recipients (Filtra destinatari), seleziona la seguente condizione: Contact details (Dettagli del contatto) > Engagement status (Stato di coinvolgimento) > Unengaged (Inattivo).
💡 Buono a sapersi
I contatti non interessati sono identificati da un segmento predefinito che puoi aggiornare in base alle tue esigenze mediante l'impostazione Contatti inattivi.

Segmenta i contatti

Segmentare i contatti in base ai loro interessi e al loro comportamento può aiutarti a mantenerne vivo l'interesse per i tuoi contenuti, il che manterrà la tua mailing list in buona salute.

Puoi andare oltre la segmentazione basata sul coinvolgimento generato dalle email e creare segmenti in base a:

  • Dati demografici
  • Ubicazione geografica
  • Cronologia di acquisti
  • Visite al sito web, ecc.

Invia email di ricoinvolgimento

Un'email di ricoinvolgimento, chiamata anche email di winback, è un'email o una sequenza di email concepite per coinvolgere nuovamente i contatti che hanno smesso di mostrare interesse per le tue email facendoli interessare nuovamente a ciò che hai da offrire.

In uno scenario ideale, riesci a riconquistare ogni singolo contatto inattivo e la tua lista dei contatti ha più contatti coinvolti di prima. Ma anche se l'email di ricoinvolgimento non riesce a riconquistare ogni singolo contatto, è comunque utile: ora sai quali contatti puoi rimuovere con sicurezza dalla tua lista.

In altri termini, un'email di ricoinvolgimento non solo ti aiuterà a suscitare nuovamente l'interesse dei contatti, ma ti permetterà anche di avere una lista più pulita, di ridurre i costi di invio, di ottenere statistiche più accurate e di migliorare la tua reputazione di mittente.

Per maggiori informazioni sulle email di ricoinvolgimento e per vedere degli esempi, consulta questo articolo del nostro blog.

Rivolgiti ai tuoi contatti al momento giusto

💡 Buono a sapersi
Questa funzionalità è disponibile per i piani Business ed Enterprise.

Con la funzionalità Send Time Optimization (Invia all'orario migliore), Brevo utilizza la scienza dei dati per determinare quando i tuoi contatti saranno più propensi a interagire e invierà le tue email in quel momento per garantirti migliori tassi di apertura e di clic. È un modo semplice e molto efficace per interagire di più con i tuoi contatti e migliorare la tua consegnabilità.

Analizza continuamente le metriche delle tue email

Dopo aver ripulito la tua mailing list, ti consigliamo di monitorare le seguenti metriche relative alle email:

  • Metriche di deliverability delle email: percentuali di soft e hard bounce, tasso di annullamento dell'iscrizione e tasso di reclami per spam.
  • Metriche di coinvolgimento della campagna: tasso di apertura, tasso di clic e tasso di annullamento dell'iscrizione.

Se noti un calo del coinvolgimento e un aumento dei bounce e dei reclami per spam, potrebbe essere giunto il momento di ripulire la tua lista!

(Utente esperto) Automatizza la manutenzione della lista

Con Brevo, puoi essere perfino più proattivo automatizzando la manutenzione della lista. Ecco alcune azioni che puoi eseguire con uno scenario di automazione per provvedere alla manutenzione della tua lista di contatti:

⏭️ E adesso?

🤔 Domande?

In caso di domande, non esitare a contattare il team dell’assistenza creando un ticket dal tuo account. Se ancora non hai un account, puoi contattarci qui.

Se stai cercando aiuto per un progetto che prevede l'utilizzo di Brevo, possiamo metterti in contatto con il giusto partner esperto certificato Brevo.

💬 Questo articolo ti è stato utile?

Utenti che ritengono sia utile: 121 su 192